Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa mail arrivata in redazione da una nostra connazionale e abbonata

 Et nous voilà! Come ogni anno, ultimamente per ragioni affettive trascorriamo l’estate a Luxembourg-Ville; lasciata la bollente, dantesca Firenze è un piacere ritrovarsi fra verdi boschi e freschi fiumi con un clima a volte caldo… ma sempre caldo umano! Il Lussemburgo mi ha affascinato fin da subito per il suo carattere internazionale, per le differenze linguistiche che si incrociano e danno respiro a questo paese cosi vario.

Ma… mio marito ed io siamo lettori abitudinari di quotidiani e appena arrivati, al mattino dopo, subito alla ricerca di un giornale italiano: Hamilius “Il n’y a pas, au revoir”; Gare  idem, Bonnevoie “Il n’y a pas” con la spiegazione che chiarisce come non essendoci più alcun distributore, niente giornali né ora, né poi. Trovo questo fatto molto grave, anche in considerazione del gran numero di connazionali che qui vivono; i quotidiani sono necessari per la conoscenza, per l’informazione. Meno male che posso appoggiarmi per questo mio rammarico ad un periodico di cui sono fedele abbonata. Temo sia l’unico. Grazie preziosa “PassaParola” per avermi ospitata.

Rita Paganelli Goedecke

1/08/2022

Potrebbe interessarti anche questo

Monitorare e valutare un progetto. La nuova formazione del CLAE per le associazioni

SOLEP e CLAE services asbl offrono un corso di formazione il cui obiettivo è chiarire le basi del monitoraggio e della valutazione dei progetti associativi. L’obiettivo è comprendere i metodi di valutazione applicati dagli specialisti. In lingua francese L’autore di…

InfoLux.lu si presenta

Nasce la nuova piattaforma virtuale ministeriale per informare sulla vita quotidiana a facilitare la partecipazione attiva alla vita interculturale nel Granducato Il Ministero per la Famiglia, l’Integrazione e la Grande Regione ha appena lanciato la piattaforma virtuale InfoLux.lu, che mira…

Mahsa Amini,anche in Lussemburgo una manifestazione in memoria

Fare pressione e chiedere la condanna contro un regime che non rispetta i diritti umani è quello che puoi fare anche tu Si è svolta ieri (giovedì 29 settembre, ndr) a Place Clairefontaine nella città di Lussemburgo la manifestazione in memoria…

“Amico ROM” premia la pesarese Paola Cecchini

Macedone rom naturalizzato italiano, Icona dei rifugiati, figlio di rifugiati lui stesso, presidente della onlus “Stay human” con sede a Pesaro, attivista e difensore dei diritti umani: raccontando la storia di Musli Alievski (nella foto) la giornalista pesarese si è…