“La situazione covid nelle scuole e nei licei ha raggiunto i suoi limiti. E’ necessario ricominciare su buone basi”, così si è espresso questa mattina il Ministro dell’Educazione nazionale Claude Meisch, a seguito delle nuove restrizioni annunciate lunedì da Claudette Lenert e Xavier Bettel.

In particolare, dopo le vacanze di Natale, gli studenti rimarranno a casa per un’altra settimana (fino al 10 gennaio) seguendo corsi a distanza mentre le strutture per l’infanzia (crèche, maison relais, foyers) saranno chiuse dal 28 dicembre al 10 gennaio. Un’eccezione sarà fatta per gli asili nido ospedalieri, che continueranno a funzionare. Il congedo per motivi familiari sarà riattivato, per consentire a un genitore di occuparsi di un bambino di età inferiore ai 13 anni, se non sono disponibili altre opzioni.

Prima di tornare a scuola, gli alunni dai 4 ai 19 anni, gli insegnanti e tutto il personale educativo avranno l’opportunità di farsi testare per covid. Gli inviti saranno inviati per posta ed e-mail. Inoltre, il Ministro vuole assicurare che tutte le aule vengano ben arieggiate, per questo rilevatori di CO2 saranno installati per valutare quando è necessario ventilare.

Infine, sul sito schouldoheem.lu sarà possibile usufruire di contenuti didattici e due hotline sono state istituite: il numero verde 8002-9090 per fornire consulenza e assistenza educativa ed il numero verde 8002-9393 per consulenza psicologica e sostegno familiare.

(Red)

Potrebbe interessarti anche questo

Nouvelle loi sur les asbl : quelles implications pour les associations ?

Une conférence mercredi 29 novembre à 18h30 au CLAE Dans le cadre de son action de soutien à la vie associative, le CLAE invite à une conférence de présentation de la loi du 7 août 2023sur les associations sans but lucratif et les…

Elezioni sociali in Lussemburgo: ecco perché è importante votare

Mantenimento del potere d’acquisto, difesa dei lavoratori nei dibattiti politici, tutela dei diritti sociali e delle pensioni: sono tutte ottime ragioni per partecipare alle elezioni sociali presso la Camera dei salariati del Lussemburgo. I lavoratori residenti e frontalieri sono coinvolti.…

Demandeurs de protection internationale à la rue : un collectif d’associations attaque l’Etat en justice

Communiqué de presse 17.11.2023 Le 20 octobre dernier, le Ministre de l’Immigration et de l’Asile a annoncé suspendre l’accueil des hommes seuls demandeurs de protection internationale[1]. Il a ensuite ajouté publiquement le 1er novembre qu’il avait bien conscience que cette décision…

Cacciani, Osculati, Punti e gli altri

Nell’ambito di un progetto dedicato ai legami tra fotografia e migrazioni, l’equipe del Centro di Documentazione sulle Migrazioni Umane di Dudelange è alla ricerca di foto realizzate dai fotografi Carlo Ambrogio Osculati (intorno al 1905 a Dudelange), Antoine Cacciani (intorno…