Una stanza a cui non si accede fino alla maggiore età pena le percosse paterne

Di quella stanza non mi era permesso sapere nulla fino ai diciotto anni. Età nella quale, secondo mio padre, avrei potuto capire la cosa là dentro. Diceva che in quella stanza si celava la più grande debolezza del mondo. Io guardavo quella porta nera chiusa a chiave con le dita che pizzicavano dall’eccitazione, senza però poter sfiorarla. Un giorno tentai di aprirla, ma mio padre mi colse sul fatto. Non l’avevo mai visto così arrabbiato e deluso. Gridava che avrei potuto farmi del male, intanto mi percuoteva con la cinghia, e io gli credetti e mai piú reiterai quel gesto. O, almeno, fino ai diciott’anni.

Alla scoccare della ventiquattresima ora, ero pronto a scoprire il segreto dietro alla porta. Sentivo il battito del cuore, propagarsi lungo le braccia e le gambe, rendendole pezzi di marmo. Aprii senza esitare oltre. Dentro, oscurità. Solo una lampada illuminava a intermittenza un oggetto. Era uno specchio.

Potrebbe interessarti anche questo

Limpido lembo di cielo (344 parole)

Un artista guarda le nuvole in cerca di ispirazione, quando  un puntino grigio nel cielo fa tremare il mondo “Limpido lembo di cielo”, scriveva Maurizio, chinato sul foglio bianco disteso sul tavolo. Di tanto in tanto, lanciava un’occhiata in alto,…

Scrivevo qui e lì (135 parole)

Non c’è niente di male nello scrivere qui e lì. Un tempo scrivevo qui e lì. Eccome se scrivevo. Era divertente e a volte speciale. Non ricevetti una lira, ma delle lire mi interessava quanto sposarmi. E ora sono solo.…

Il treno (113 parole)

Due ragazzi, in due luoghi differenti, sono intenti a compiere la medesima azione. Per uno dei due, però, potrebbe essere l’ultima Un treno sfreccia nell’oscurità, presto arriverà alla stazione. Un ragazzo cammina di fretta per la strada senza distogliere lo…

Il Piccolo Alberto(120 parole)

Un bambino al parco con il padre, vede qualcosa e rivela un segreto che rovina quel momento Il piccolo Alberto era emozionato. Suo padre lo aveva portato al parco giochi, poco distante da casa. Il prato era umido di rugiada…