Un bambino al parco con il padre, vede qualcosa e rivela un segreto che rovina quel momento

Il piccolo Alberto era emozionato. Suo padre lo aveva portato al parco giochi, poco distante da casa. Il prato era umido di rugiada e limpide gocce d’acqua scivolano sugli steli. In ginocchio, si divertì a farle cadere sul palmo. Tra la terra e il fogliame, il piccolo Alberto notò qualcosa. Luccicava come oro. Invece, era l’ago di una siringa. Rise. L’aveva visto tutte le mattine, quando papà andava a lavoro, in mano a sua madre. Lei diceva che si trattava di una medicina. E dopo, appena assunta, piegava la testa e rideva. Per ore. E il piccolo Alberto con lei.

 Si voltò e lo disse a suo padre. Lui non rise. Lo prese per il braccio e lo portò via.

Erlond

Potrebbe interessarti anche questo

Scrivevo qui e lì (135 parole)

Non c’è niente di male nello scrivere qui e lì. Un tempo scrivevo qui e lì. Eccome se scrivevo. Era divertente e a volte speciale. Non ricevetti una lira, ma delle lire mi interessava quanto sposarmi. E ora sono solo.…

Il treno (113 parole)

Due ragazzi, in due luoghi differenti, sono intenti a compiere la medesima azione. Per uno dei due, però, potrebbe essere l’ultima Un treno sfreccia nell’oscurità, presto arriverà alla stazione. Un ragazzo cammina di fretta per la strada senza distogliere lo…

Un mondo diviso (213 parole)

Un uomo deve scoprire la causa dei lamenti del fiume in un mondo diviso tra natura e spazzatura. Un ponte in legno divideva il mondo degli uomini da quello degli animali. Sormontava il fiume che in basso gorgogliava riempiendo l’aria…

La stanza proibita (152 parole)

Una stanza a cui non si accede fino alla maggiore età pena le percosse paterne Di quella stanza non mi era permesso sapere nulla fino ai diciotto anni. Età nella quale, secondo mio padre, avrei potuto capire la cosa là…