È la classica commedia italiana dei nostri tempi. Due ore per ridere, sorridere, commuoversi un pochino e riflettere (sempre che ce ne sia ancora bisogno) sulla condizione dei diversamente abili

 La pellicola di Riccardo Milani dal titolo Corro da te gioca facile, grazie a un interprete che non ne sbaglia una (Pierfrancesco Favino) e alla sua co-protagonista (Miriam Leone) così brava da far dimenticare ogni tanto che è bellissima. La storia è quella di un latin lover impenitente che conosce per caso una giovane ragazza: bella, ottimista, resiliente e…paraplegica.

Per conquistarla userà un’astuzia di bassa lega. E le conseguenze non saranno da poco. I dialoghi reggono il ritmo, le battute sono quelle giuste al momento giusto. La storia è scontata tanto quanto il finale. Fa tenerezza vedere la bravissima Piera Degli Esposti in una delle sue ultime interpretazioni. E Vanessa Scalera in un’interpretazione eccellente che l’affranca dalla ‘’Tataranni”. Andate se volete vedere qualcosa di ‘’leggero-ma-firmato-bene’’.

Maria Grazia Galati

Potrebbe interessarti anche questo

Plëss in Concert

Da domenica 12 maggio a domenica 8 settembre, la Ville de Luxembourg invita il pubblico ad assistere ad una serie di concerti all’aperto nella prestigiosa Place d’Armes, nel cuore della capitale, per una nuova stagione di “Plëss in concert “…

Ampelos Luxembourg: una voce, tante voci (jazz) nel segno della solidarietà

Uno spettacolo eccezionale al fine di raccogliere fondi per un progetto ambizioso che aiuterà le ragazze africane a studiare. Sarà possibile vederlo  il 26 giugno in Lussemburgo (Château de Koerich) contribuendo a una buonissima causa. Lo organizza un’associazione presieduta da…

@Voices: Silvano Vinceti e il Manifesto per un nuovo ambientalismo

(Puntata 846) Su Radio Ara Elisa Cutullè intervista il presidente del Comitato Nazionale per la Valorizzazione dei Beni Storici, Culturali e Ambientali, già coordinatore dei Verdi del sole che ride e già presidente dell’Associazione ambientalista Kronos 1991 Assieme a Silvano Vinceti ,…

“Un Muro di Lacrime” per la pace possibile

Libro e testo unico teatrale di Giorgio Stawowczyk presentato ieri a Roma JASSER: Chi cerca di noi al di là del muro? YITSHAQ: Sono un vostro fratello, il mio nome è Yitshaq. Due uomini: Yitshaq, un israeliano, Jasser, un palestinese.…