Un uomo prova niente dinanzi ai più bei monumenti, paesaggi e ragazze, ma scopre un legame meravigliosa quando si ritrova davanti a una penna

Conobbi luoghi magnifici che avrebbero fatto saltare le pupille fuori dalle orbite a chiunque, ma non a me. Conobbi ragazze che avrebbero lasciato ogni uomo con la lingua a penzoloni, ma la mia è sempre stata salda dove Madre Natura ha voluto che fosse. Vidi monumenti magnifici, statue incredibili e indelebili nella memoria della Storia, ma io le scordai nel momento in cui distolsi lo sguardo. Non provavo niente, nulla in Terra mi attraeva. Ero un corpo animato dal vuoto. Eppure, la penna adagiata su quel tavolo nella penombra della stanza mi incuriosiva. Ero in uno sgabuzzino impolverato di un castello abbandonato da secoli, una volta appartenuto al conte di Monferrato, il noto sovrano dalle mille stanze dorate.

In quel luogo, oltre alla muffa, c’era quella penna. Sussurrava, la sentivo. La afferrai senza esitare e tracciai il mio nome su un foglio illuminato dalla fioca luce di una candela. L’inchiostro era di colore rosso sangue. Una parola, due parole, senza riuscire a smettere. Sentivo un rivolo caldo colare sul braccio e le parole incidere la carne. E per la prima volta mi sentii vivo, mentre la vita usciva dal corpo. Giurai, dinanzi a quel foglio scarlatto, che avrei scritto finché avessi avuto sangue in corpo

Erlond

Potrebbe interessarti anche questo

Scrivevo qui e lì (135 parole)

Non c’è niente di male nello scrivere qui e lì. Un tempo scrivevo qui e lì. Eccome se scrivevo. Era divertente e a volte speciale. Non ricevetti una lira, ma delle lire mi interessava quanto sposarmi. E ora sono solo.…

Il treno (113 parole)

Due ragazzi, in due luoghi differenti, sono intenti a compiere la medesima azione. Per uno dei due, però, potrebbe essere l’ultima Un treno sfreccia nell’oscurità, presto arriverà alla stazione. Un ragazzo cammina di fretta per la strada senza distogliere lo…

Un mondo diviso (213 parole)

Un uomo deve scoprire la causa dei lamenti del fiume in un mondo diviso tra natura e spazzatura. Un ponte in legno divideva il mondo degli uomini da quello degli animali. Sormontava il fiume che in basso gorgogliava riempiendo l’aria…

Il Piccolo Alberto(120 parole)

Un bambino al parco con il padre, vede qualcosa e rivela un segreto che rovina quel momento Il piccolo Alberto era emozionato. Suo padre lo aveva portato al parco giochi, poco distante da casa. Il prato era umido di rugiada…