Dall’1 al 26 luglio, nella scenografica ambientazione dell’anfiteatro affacciato sul lago di Garda, piccola perla sulla sponda occidentale del Lago di Garda. Quindici appuntamenti musicali e la serata poetico-performativa Più Luce!

Dopo il successo dell’edizione 2022, che ha decretato il ritorno alla normalità dopo la parentesi pandemica, sancito da oltre 23.000 spettatori, 8 spettacoli tutti esauriti e un indice medio di riempimento del teatro che ha sfiorato il 100%, Tener-a-mente annuncia il cartellone della sua dodicesima edizione.
Quindici appuntamenti musicali e la serata poetico-performativa Più Luce! torneranno a illuminare il palco vista-lago dell’Anfiteatro del Vittoriale, per una rassegna che, spaziando tra i linguaggi musicali più diversi, dal jazz all’indie, dal rock al blues, porterà a Gardone Riviera, piccola perla sulla sponda occidentale del Lago di Garda, alcuni tra gli artisti internazionali più interessanti, con una line-up impreziosita da 2 date uniche italiane: Nils Frahm, uno dei migliori pianisti e dei più creativi compositori della scena neoclassica contemporanea, in concerto il 6 luglio, e Hozier il 16 luglio, che, con oltre 22 miliardi di streaming e numerosi dischi di platino, ha segnato anche il tutto esaurito più veloce di questa edizione, con biglietti terminati in meno di un’ora.

Tutto il fine settimana centrale di luglio sarà un omaggio alla musica irlandese: la sera precedente, sabato 15 luglio, sarà la volta di Damien Rice, il “poeta con la chitarra”. Più in generale, quello del cantautorato internazionale è certamente un filone dominante in questo cartellone, con i concerti di James Bay, Dean Lewis e Tom Odell, cui si aggiunge il rock carico di atmosfera degli islandesi Kaleo.

KALEO

Non poteva mancare un’incursione nel jazz, rappresentato quest’anno da due autentici colossi del genere: il 23 luglio lo rileggerà in chiave futuristica e contaminata il giovanissimo Jacob Collier, 28 anni, 5 Grammy già vinti e una schiera lunghissima di blasonati estimatori, dai Coldplay a Herbie Hancock, che lo precederà venerdì 21 luglio portando la sua leggendaria carriera sul palco che lo attende dal 2020, quando il concerto venne annunciato e poi cancellato per pandemia. Con lui in scena altri quattro musicisti che faranno la gioia dei fan musicofili: James Genus al basso, Lionel Loueke alla chitarra, Terence Blanchard alla tromba e tastiere e Jaylen Petinaud alla batteria.

Da sempre attento anche alla scena musicale italiana, Tener-a-mente 2023 accoglie quattro grandi nomi del panorama musicale nazionale: apre l’1 luglio il cantastorie Mannarino con il richiestissimo progetto “Corde”, già tutto esaurito.

Il 7 luglio arriva Venerus, in un connubio di soul ed elettronica; due giorni dopo il palco vista-lago del Vittoriale sarà riscaldato solamente dalla luce delle candele, dalle note del pianoforte di Danilo Rea e dalla classe di Fiorella Mannoia. Infine il 22 luglio spazio per la delicata poesia dello storico repertorio di Fabio Concato.

FIORELLA MANNOIA E DANILO REA

Tener-a-mente 2023 si chiuderà con due veri e propri colossi, entrambi batteristi, entrambi membri fondatori di due gruppi che hanno fatto la storia della musica moderna: il 24 luglio Steward Copeland, accompagnato dall’orchestra, omaggerà i brani più amati di The Police, mentre Nick Mason chiuderà il Festival con un concerto già tutto esaurito, il 26 luglio, in omaggio ai primi album dei “suoi” Pink Floyd.

NICK MASON

Tra le iniziative collaterali è confermato l’apprezzatissimo “Tener-a-mente a 4 zampe”, che permette di accedere agli eventi di Tener-a-mente con i propri cani, accolti gratuitamente con ciotole per l’abbeveraggio, cucce e biscotti. 16 i posti-zampa per ciascun concerto, collocati in platea in posizioni studiate appositamente per consentire a tutti la miglior esperienza, proprietari e amici a 4 zampe, senza recare disturbo agli altri spettatori. E poi, per gli amanti dei gatti, la presenza sorniona e curiosa, di Gina, la gatta custode del Vittoriale, che si aggirerà tra retropalco, platea e camerini per farsi coccolare e per conoscere e salutare gli artisti, ma soprattutto per approfittare di degustare il catering a loro riservato…

Gilda Luzzi

Potrebbe interessarti anche questo

Per un sacco di carbone ieri e oggi

Il racconto del disastro di Marcinelle, per conservare la memoria di un frammento d’Italia dimenticato. Il libro, pubblicato da Edizioni San Paolo in versione aggiornata, verrà presentato in occasione della commemorazione dell’8 agosto al Museo Bois du Cazier (Belgio) 8 agosto 1956: nell’aria…

@Voices: intervista all’astronauta Umberto Guidoni

(Puntata 854) Su Radio Ara assieme a Umberto Guidoni, astronauta, divulgatore, autore di “Sfidare lo spazio” ( Ugo Mursia Editore 2024) parliamo di come e la “frontiera spaziale” si sposterà sempre più lontano dalla Terra, fino ai limiti del nostro…

L’ Ulisse che è in noi

Mercoledì 26 giugno a Milano, al Castello Sforzesco, nell’ambito del Festival della Bellezza (itinerante, da maggio a ottobre, in varie città italiane) c’è stata una serata con Alessandro D’ Avenia, presentata da Umberto Ambrosoli. Il tema dell’ incontro è stato…

@Voices: Cuba tra passato e presente

(Puntata 852) Con il giornalista e attivista Ivano Iogna Prat, parliamo per la prima volta a Voices su Radio Ara, dell’isola simbolo della Rivoluzione Dalla rivoluzione alle sanzioni passando per i diritti umani e l’esperienza personale di chi ci ha…