Alla stazione ferroviaria di Lussemburgo, vi segnaliamo la Caverna di Alì Babà ovvero l’ufficio centrale degli oggetti ritrovati sui treni di tutto il Paese.

Ombrelli, borsoni, occhiali da sole, ma anche oggetti insoliti, come: conigli, gatti, soldi. Solo i cellulari e i gioielli sono trasmessi alla Polizia, gli altri articoli saranno tenuti due mesi; trascorso questo tempo, tutto ciò che non sarà reclamato, sarà trasferito da Spendchen, il centro nazionale di colletta, gestito da Caritas Croce Rossa, con fini umanitari.

Gli operatori delle Ferrovie, registrano ogni oggetto nel database Nova Find, creato per identificare il più rapidamente possibile il proprietario. Gli oggetti sono classificati per categoria, basta digitare qualche indicazione precisa, tipo colore, marca, taglia. Il 40% degli utenti che ha usato questo sistema e ha ritrovato il suo oggetto perduto. Presto verrà utilizzata un’applicazione mobile per Nova-Find che utilizza la fotocamera integrata del dispositivo per pre-registrare, già in treno o alla stazione, gli oggetti rinvenuti. 

https://www.cfl.lu/en-gb/lostandfound

Se scendendo da un treno ti accorgi di aver dimenticato un oggetto, rivolgiti tempestivamente all’Ufficio oggetti smarriti VOIE 1 Gare LUXEMBOURG tel. (+352) 24 89 24 89
Mariagrazia Ciliberto

Potrebbe interessarti anche questo

Pink Gents: tra i militanti della comunità LGBT

Mentre in Italia si sta discutendo in Senato il DDL ZAN, abbiamo…

Io sto bene

Presentato alla stampa il nuovo film del regista italo-lussemburghese Donato Rotunno, frutto…

Una passerella per Alphonse Romano

Inaugurata a Maizières les Metz, Francia, lo scorso lunedì, la passerella intitolata…

Quando la vittima è punita …

Un comunicato stampa congiunto (ASTI asbl, CID Fraen an Gender, CLAE, Finkapé…